Perdere peso in eccesso? Usa la testa!

Dic 10, 12 Perdere peso in eccesso? Usa la testa!

Perdere il peso in eccesso è una sfida non sempre facile! Vediamo come affrontarla :)

Il sovrappeso e l’obesità sono realtà in espansione. Si calcola che al momento più di un italiano su tre sia in sovrappeso e che il 10% della popolazione sia obeso. Il dato allarmante è quello relativo ai bambini fra i 6 e i 9 anni, dei quali oltre un terzo risulta in sovrappeso o obeso.

Fra le cause del sovrappeso ve ne sono sicuramente alcune organiche, ma anche altre su cui abbiamo un certo potere di azione, fra cui i cattivi stili alimentari che inducono ad un’assunzione eccessiva di calorie rispetto al fabbisogno energetico dell’organismo, la sedentarietà, la gestione emotiva attraverso le abbuffate e lo stress. Purtroppo lo stile di vita a cui mediamente ci stiamo abituando è uno stile non propriamente adatto al nostro organismo, che è fatto per muoversi, camminare, correre e saltare.

Se, dunque, si desidera perdere il peso in eccesso, bisogna agire almeno sui fattori che possono, con un po’ di esercizio, rientrare sotto il nostro controllo.

Il problema è che, a parte questioni estetiche a cui personalmente non sono particolarmente legata o interessata, il sovrappeso e l’obesità costituiscono uno dei principali fattori di rischio per malattie croniche, quali patologie cardiovascolari (ipertensione, infarto, ictus), il diabete, disturbi osteoarticolari e alcuni tipi di cancro. È per tale motivo che, al di là della moda o della bellezza, delle pressioni sociali, lavorative e relazionali, è importante condurre uno stile alimentare sano che ci permetta di mantenere il nostro peso nella norma, abituando anche i nostri figli a mangiare bene. È un tema molto delicato quello del sovrappeso e dell’obesità infantile, che davvero può determinare in buona parte la qualità della salute dei nostri figli quando diventeranno un po’ più grandi.

Purtroppo ci stiamo troppo abituando alla velocità, per cui richiediamo soluzioni efficaci in brevissimo tempo, ricorrendo a digiuni forzati o sedicenti (e seducenti) soluzioni miracolose. Purtroppo la velocità estrema difficilmente si coniuga con un risultato di qualità, per cui molte soluzioni in commercio risultano poi essere praticamente inefficaci sul lungo termine. Ed ecco che pillole dimagranti, tisane varie, diete miracolose, sondini, operazioni chirurgiche e quant’altro si rivelano poi un flop. Molte sono le persone che, pur avendo intrapreso tante diete e pur avendo fatto uso di tutte le soluzioni sul mercato, non riescono a perdere peso o a mantenere il nuovo peso raggiunto in modo definitivo, riacquistandolo tutto o anche di più. Perché?

Perché perdere peso, come spesso ricordo nei miei scritti e come molti miei pazienti già sanno prima di entrare nel mio studio, è ANCHE un fatto di testa: non basta sapere cosa e quanto mangiare. C’è bisogno di una serie di abilità psicologiche -più precisamente, cognitive- che garantiscano il successo del programma alimentare e sostengano la fiducia e la motivazione del paziente che lo segue. Mangiare sano può diventare davvero una bella abitudine, soprattutto quando si vedono risultati, oltre che estetici, proprio relativi alla qualità della vita: leggerezza, elasticità, buon umore, stabilità emotiva… sono beni che nessuna soluzione che non passi per l’acquisizione di un sano modo di mangiare (niente beveraggi chimici o concentrati vitaminici, niente palloncini o cerniere alla bocca!) può donarvi.

Se volete davvero godere di una vita sana e serena, è importante imparare a mangiare bene :)

Un caro saluto,

Dott.ssa Teresa M.


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /membri/alimentazionestrategicab/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273